Malvasia delle Lipari DOC (Florio) 2010 - Vino dolce

Hauner Hauner

Nuovo

Vitigno: Malvasia delle Lipari 50%, Corinto nero 50%

Annata: 2010

Gradazione: 14%

Tipologia: Vino dolce

Formato: 75 ml

Abbinamenti cibo-vino: cioccolato, formaggi erborinati, pasticceria secca

Maturazione: 18 mesi in serbatoi termocontrollati, raffinato in bottiglia per 6 mesi

Maggiori dettagli

48,00 €

tasse incl.

logocivico14-azzurro-413x250.png

Spedizioni in tutto il mondo

Consegna in 24/36 ore

I nostri prodotti sono di alta qualità

Acquisti sicuri nel nostro negozio online

Colore giallo dorato con riflessi ramati. Al naso è ampio; ricco di sentori di miele e piante mediterranee, come rosmarino e origano. Al palato è dolce, pieno e morbido, di grande struttura e molto persistente.

ABBINAMENTI: Ottimo in abbinamento alla pasticceria secca, si sposa benissimo anche con formaggi erborinati a pasta molle e fegato d’oca.

Il Malvasia delle Lipari DOC delle cantine Florio nasce da uve malvasia e corinto nero coltivate sul suolo vulcanico dell’Isola di Salina. Vino ampio e ricco, sia al naso che al palato, matura in piccoli fusti di rovere e seduce grazie alla grande struttura e all'ottima persistenza.

Nessuna recensione dei clienti al momento.

Scrivi una recensione

Rosso Antonello Salina IGT (Hauner) - Vino rosso

Vitigno: Calabrese, Corinto Nero, Sangiovese

Vendemmia: a maturazione controllata

Vinificazione: lunga macerazione sulle bucce

Maturazione: in barriques, affinato in bottiglia per 9 mesi

Carlo Hauner, è stato l’ideatore dell’Azienda Agricola Hauner. La passione per l’enologia ebbe inizio con il suo arrivo sull’isola nel 1963, infatti qualche anno dopo si trasferì a Salina dove, attratto dalla coltivazione per la malvasia, apprese le tecniche locali di vinificazione integrandole con lo studio di testi antichi.


Hauner riesce a recuperare una ventina di ettari di terreno e li trasforma in vigneto. Lì, sui terrazzamenti recuperati dalla tradizione agricola locale, inizia a produrre la sua Malvasia, con alcune innovazioni: lascia che l’uva appassisca direttamente sulla vite e sperimenta una tecnica di raffreddamento durante la fermentazione. Piccoli accorgimenti che fanno sì che i suoi vini finiscano sulle tavole dei migliori ristoranti di tutto il mondo. Negli anni ’80 nascono una nuova cantina e nuovi vini, il Salina Bianco, il Salina Rosso e l’Antonello. Dopo la scomparsa di Carlo Hauner, l’azienda viene rilevata dal figlio, che ne porta avanti il nome e la filosofia: produrre un vino genuino e complesso, ma, soprattutto, terribilmente buono.

Accept Site use cookies