Bianco di Nera (Milazzo) - Vino bianco frizzante

Milazzo Milazzo

Nuovo

Vitigni: Inzolia

Allevamento: guyot

Colore: Giallo delicato

Profumi: Frutto maturo di tipo tropicale con evidenti note di ananas

Sapore: Dolce e morbido, con freschezza intrigante

Tenore alcolico: 12% Vol.

Temperatura di servizio: si consiglia di servire a 8-10° C circa

Maggiori dettagli

12,00 €

tasse incl.

logocivico14-azzurro-413x250.png

Spedizioni in tutto il mondo

Consegna in 24/36 ore

I nostri prodotti sono di alta qualità

Acquisti sicuri nel nostro negozio online

Le uve, raccolte in piccole casse forate da circa 14 kg, hanno sostato in celle frigo a 3°C per 24-48 ore. Le uve hanno subito la pressatura, con pressa pneumatica, dopo la diraspatura. Dopo un rapido illimpidimento a freddo, il mosto è stato travasato e fermentato, a temperatura controllata e con lieviti selezionati, in acciaio. Sei mesi dopo la vendemmia il vino è stato ri-assemblato ed avviato alla rifermentazione in autoclave per la presa di spuma, acquisendo morbidezza e note fruttate. Dopo le ultime fasi di stabilizzazione è stato imbottigliato ed immagazzinato, a temperatura controllata, fino al momento della distribuzione. Abbinamento ai cibi: antipasti, primi piatti leggeri, pesce e carni bianche.

Nessuna recensione dei clienti al momento.

Scrivi una recensione

Vera Grappa di Nero d'Avola Milazzo

Produzione: Strettamente legata al raccolto della vendemmia d’annata

Riposo: Dodici mesi in serbatoi d’acciaio

Gusto: Grappa di aspetto limpido e cristallino, si presenta all’olfatto ricca e fine, rigorosa nei sentori e armoniosa al retrogusto

Confezione:  Astuccio in cartone serigrafato

Tenore alcolico: 45% Vol

Temperatura di servizio: 18° circa

Per i Milazzo produrre vini è una vera “questione di famiglia” che ne ha fatto i primi produttori di spumanti con metodo classico in terra di Sicilia. Un cammino che prosegue nel segno della valorizzazione della tradizione aziendale, con Giuseppina Milazzo e Saverio Lo Leggio, coppia nella vita, uniti nella volontà di dare continuità alla produzione Milazzo. Tra i primi viticoltori siciliani, tra la fine degli anni settanta e l’inizio degli anni ottanta, ad esaltare la vinificazione da vitigni autoctoni siciliani. Questo ha consentito nel corso degli anni, insieme ad altri nomi eccellenti, al recupero della tradizione vitivinicola dell’isola senza tralasciare la sperimentazione e innovazione, che ha portato tra le altre l’adozione in Sicilia delle uve Chardonnay con il preciso intento di arrivare a produrre un grande spumante Metodo Classico siciliano.

Accept Site use cookies